Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

RIMPATRIO DEI CONNAZIONALI DAL MYANMAR

Data:

10/04/2020


RIMPATRIO DEI CONNAZIONALI DAL MYANMAR

Anche prima che l’OMS dichiarasse il Covid-19 una pandemia mondiale, l’Ambasciata d’Italia a Yangon si è impegnata in una capillare campagna informativa dei connazionali presenti in Myanmar, a titolo temporaneo o permanente, sui rischi sanitari e sui crescenti impedimenti a tornare in Italia, per la progressiva chiusura dei collegamenti internazionali.
Mentre forniva assistenza nella ricerca di nuovi voli alternativi a quelli cancellati e, ove necessario, nel reperimento di nuovi alloggi o nell’estensione dei visti nel frattempo scaduti, l’Ambasciata italiana ha assicurato l’inserimento di decine di connazionali sui voli organizzati il 1 e 3 aprile scorsi dalla Confederazione Elvetica e dalla Germania.
Anche in forza dell’intervento della nostra Ambasciata presso le Autorità locali (a fronte della sospensione, da fine marzo, di ogni rotta commerciale per il trasporto passeggeri), Qatar Airlines ha potuto effettuare il 7 aprile un volo speciale che ha consentito di riportare in Italia gli ultimi cittadini italiani che ne avessero fatto fino ad allora richiesta.
In tutto, l’Ambasciata ha facilitato il ritorno di oltre un centinaio di italiani.


377